Mi manca Mentana

Cari lettori, cari miei fan (ho dei fan, credo), come va la vita? La mia non è male, ho 21 anni e la testa piena di piani per il futuro. Dalla prossima settimana comincerò una rubrica dal titolo “Mi manca Mentana”, l’idea è stata del Direttore (figuriamoci se la sottoscritta si metterebbe a lavorare di più di sua spontanea iniziativa). Ma il titolo è mio e ne sono orgogliosa, visto che a volte i titoli altisonanti mi trovano in disaccordo. Prima di spiegare di cosa si tratta vorrei fare qualche considerazione sull’autrice: più vado avanti a scrivere su La Voce che Stecca più mi sembra di essere un pozzo di ignoranza in molti campi, ma compenso con una buona dose di sarcasmo, tanto che questa dote ormai mi caratterizza. A proposito, avevo promesso un parere sul Jobs Act, ma più che un parere è una domanda cui vorrei risposte da gente che se ne intende. Secondo me il succo del discorso è il contratto a tutele crescenti, ma esattamente che significa? Che i vecchi sono più importanti dei giovani? Queste domande a riprova della mia ignoranza, di cui parlavo sopra (tutti sanno che prendo trenta agli esami perché sono brava a rivoltare le interrogazioni orali a mio piacimento).“Mi manca Mentana” è una rubrica settimanale di commento (con sarcasmo) a una notizia seria, ma non troppo, leggera, ma non troppo. Perché questo titolo, che ho scelto dopo numerose notti insonni? Avevo il televisore rotto, il decoder bloccato su Italia1. Due cose mi mancavano degli altri canali: Masterchef (ma per fortuna l’ho trovato in streaming) e un telegiornale decente. Avete un’idea di cosa significa avere come unico telegiornale Studio Aperto per svariati giorni di seguito? Mi manca Enrico Mentana, tanto, mi manca persino il suo tono ansiogeno, quel suo rischiare di soffocare dopo aver letto i titoli. Spero tanto che legga questa mia disperata dedica. Mentana, torna da me, non mi lasciare. Non mi importa più se La7 non parla mai del gatto di Belen. Nemmeno io parlerò del gatto di Belen, del resto. Mi piacerebbe fare qualcosa in stile “Amaca” di Michele Serra, ma non pretendo di raggiungere certi livelli, per cui siate clementi con me finché il mio stile non si affina. Se non vi piace, prendetevela col Direttore, l’idea è sua. Ci sentiamo, presto. Se potete leggete qualcosa di migliore e più istruttivo.


Love, Cecilia Alfier


Ps: non riesco ancora a risintonizzare La7! Aiutatemi…

Cecilia Alfier e Enrico Mentana
Cecilia Alfier e Enrico Mentana
Shares