Ada Sirente – Collevero

Collevero
Ada Sirente
Di Felice edizioni – 2013 – 7 euro

32L-mos2-collevero

Cos’è Collevero? Questa è la domanda che ci siamo posti appena ci è arrivato il libro. Ebbene, non siamo ancora giunti ad una risposta soddisfacente: 29 pagine di pensieri, nella forma dello stream of consciousness di joyciana memoria, senza i limiti imposti dalla sintassi, dalla punteggiatura o dal senso logico. Un esempio chiarisce meglio le cose: «In giardino c’è un groviglio di rami e di verde consunto dal caldo dell’estate che sta per finire, sul fondo, del bicchiere d’acqua fresca che bevo, sollievo per poco, trasùda, dalla pelle scoscesa degl’incavi di braccia, che ora osservo piegarsi proprio dove, all’incrocio, mi snodavo sul corpo in abbracci» (VII. Colleverde – in giardino c’è il dio dell’incrocio). Una lettura a volte difficile ed ermetica che però restituisce – e questo crediamo che sia il compito di uno scrittore – emozioni a chi tiene fra le mani questa opera per molti versi strana, ma sempre e comunque evocativa.
Un libro che denota il coraggio di Ada Sirente: in un periodo come questo, fatto quasi esclusivamente di semplificazione, l’autrice «complica semplificando», e lo fa molto bene. Il risultato è un libro unico.

nuvole

La Voce che Stecca

Articoli non firmati o scritti da persone esterne al blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares