Love=Love: la parola a un demisessuale

Caro Marco (nome di fantasia), tu sei demisessuale, cos’è per te la sessualità?
Immagino donare piacere e ricevere piacere. Credo che quando inizi a donare piacere dimentichi che al contempo lo stai anche ricevendo.

Come hai scoperto il tuo orientamento sessuale?
Ho iniziato a sentirmi diverso quando verso l’ultimo anno delle superiori mi sono reso conto che ero l’unico che ancora non aveva mai avuto rapporti sessuali. Per un periodo sono stato sotto cura farmacologica per un problema di ansia che mi causava inibizione sessuale, solo che allora non sapevo che gli effetti erano dovuti al farmaco e credevo quindi di essere diventato asessuale. Così ho cercato in rete e sono venuto a conoscenza di Aven (la Comunità degli asessuali italiani, ndr). Li ho scoperto anche dell’esistenza dei demisessuali e mi sono riconosciuto nella loro descrizione.

Questa scoperta ti ha portato a sentirti normale o ti ha fatto sentire ancora più diverso?
Mi ha dato la speranza che un giorno potrò anch’io trovare qualcuna che possa essere compatibile con il mio orientamento. Anche se devo dire che nella mia vita ho anche accettato l’idea di poter rimanere solo.

La bandiera demisessuale
La bandiera demisessuale

Hai avuto occasione di intraprendere delle relazioni amorose o e sessuali?
Si ma sono un tipo che tende a evitarle. La prima volta che ho avuto occasione di intraprendere una relazione amorosa non mi sentivo pronto, mi ero del tutto sconosciuto e credevo di non essere adatto a intraprendere una relazione come gli altri e non volendo vivere e far vivere nella sofferenza ho rinunciato e sono affogato. Ripensandoci, se fosse accaduto oggi, probabilmente sarei stato più chiaro per non rischiare di impazzire.

Per un Demi l’attrazione dipende dal l’empatia. qual’è il tuo rapporto con l’empatia?
Per me è fondamentale entrare in contatto con l’altra persona per potere appunto iniziare a sentire attrazione sessuale. Il problema che complica il mio rapporto con l’empatia è che capita che non sei tu a scegliere con chi entrare in contatto e a volte ti ritrovi a capire e conoscere persone di cui però non ti fidi. Da qui forse la mia paura di intraprendere relazioni.

Hai mai avuto problemi con gli amici o con la famiglia per il tuo orientamento sessuale?
Si dal momento che mi sono scoperto e sto continuando a scoprirmi in ritardo ed essere rimasto per anni incastrato in un certo ruolo è difficile iniziare ad essere se stessi e fare coming out. Questo è dovuto in parte al fatto che argomenti come l’asessualità o la demisessualità sono appunto poco conosciuti e riconosciuti dalla società. Io per primo ho fatto e faccio fatica a capire.

Perché la tua sessualità è posta a metà tra l’asessualità e la sessualità? Ti sembra corretto?
Perché potrei intraprendere una relazione senza bisogno di dover arrivare per forza al rapporto fisico concreto, spogliandosi dei vestiti. Solo che in genere le persone quando cercano una relazione puntano proprio a quello nella vita sessuale della relazione stessa. Quindi ci sarebbero delle incompatibilità che porterebbero alla rottura (nel mio caso la donna che se ne va con un altro uomo). Non ci trovo nulla di male se si è entrambi compatibili e o si trova un punto di incontro.

Siria Comite

La Voce che Stecca

Articoli non firmati o scritti da persone esterne al blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares