Patois Brothers. Musica di unione e fratellanza

image

Patois Brothers. Non è solo il nome a parlare di unione e di fratellanza, il gruppo è formato da amici di vecchia data, tutti con la passione per la musica.
La band veneziana nasce nel 2010 ispirata dai messaggi e dalla musica di Bob Marley, Johnny Clarke e Black Uhuru. Dopo un periodo passato in sala prove, la band comincia ad esibirsi dapprima nei locali della provincia, e poi in palchi sempre più lontani da casa.
Dopo numerose sperimentazioni e tanta gavetta, il gruppo sente la necessità di esprimersi attraverso pezzi propri: così, nel gennaio del 2014 esce il primo singolo
Politician. Il brano, carico di forza e di messaggi, porterà il gruppo a cavalcare e a condividere molti palchi sia nazionali che internazionali come One love, Raggapiave,  Jamrock e Overjam,  con artisti del calibro di Africa Unite, Twinkle Brothers, Groundation, Shaggy. Dall’uscita del primo singolo la band è in ascesa, e così anche l’idea del disco comincia ad essere sempre più concreta e per la gioia dei fan questo non tarda ad arrivare. Nel gennaio 2015 viene presentato al Rivolta P.V.C. il «Mighty Ways Tour», dall’omonimo titolo dell’album interamente prodotto al «No Shoes Studio» di Stefano Pivato.
L’album, come il nome, racchiude perfettamente il concetto di unione nella diversità; infatti, si compone di varie sonorità del reggae in maniera innovativa, ma sempre con uno stile unico. I suoni e le liriche esprimono riflessioni e forti messaggi, riguardanti l’importanza della libertà dell’uomo e l’importanza di un positivo cambiamento sociale. La band sta portando ormai da un anno il suo messaggio di libertà e positività su è giù per lo stivale, facendo anche alcune tappe in Slovenia: il «Mighty Ways Tour» continua!
Una band, un album e un tour dedicati a chi vuole sentirsi libero, e ascoltando i
Patois Brother libero lo sei davvero.

Nadia Salviato

La Voce che Stecca

Articoli non firmati o scritti da persone esterne al blog

Shares