L’Aquila: Renzi messo in fuga dai manifestanti

8428532fd43e3150428a3a8a01cec571

Dalla nostra corrispondente L’Aquila
Alquanto travagliata è stata la giornata di ieri per Matteo Renzi: il premier è giunto a L’Aquila (per la prima volta dall’insediamento a Palazzo Chigi) ieri pomeriggio dopo esser stato prima a Rimini al meeting di Cl e successivamente a Pesaro. Scortato dalle forze dell’ordine, si è recato nell’edificio
Gran Sasso Institute, antistante la Villa Comunale, in cui ha presieduto una conferenza con alcune fra le più alte cariche politiche quali il sindaco Massimo Cialente, il vicepresidente del Consiglio superiore della Magistratura Giovanni Legnini e il presidente della Regione, Luciano D’Alfonso. Profondo dissenso arieggiava nell’animo dei manifestanti che, in maniera pacifica, hanno cercato di far emergere le loro idee purtroppo represse dalla polizia e dai carabinieri. Non sono mancate le manganellate che hanno messo in ginocchio i giovani ragazzi, i feriti e la pioggia di uova marce che hanno costretto lo stesso Renzi a non proseguire verso Piazza Palazzo. Fatto sta che il premier non ha concesso una parola al popolo che, nel bene o nel male, è venuto lì per lui. Anzi, ha preferito entrare ed uscire dalla porta del retro.

d5bba1bbf1ddfe05adcfc04175d1d7a1

Un pensiero riguardo “L’Aquila: Renzi messo in fuga dai manifestanti

  • settembre 7, 2015 in 11:42 pm
    Permalink

    Mai stato a L’Aquila.

I commenti sono chiusi

Shares