Silvio, Giorgia e Matteo, se questa è la destra

Il trio delle meraviglie
Il trio delle meraviglie

Berlusconi, Meloni e Salvini sono uguali al trio del «Volo»: così giovani fuori (a parte l’ex Cavaliere), così vecchi dentro e già dal principio rompono le palle. «Berlusconi CONDANNATO a 4 anni. Adesso sono curioso di sentire come faranno i Kompagni del PD, sia in Parlamento che su Facebook, a giustificare il fatto che sono al Governo con un Condannato», scriveva Salvini due anni fa. Nulla di cui stupirsi nel paese in cui la coerenza è un peccato capitale.
Proprio il leader della Lega, insieme al nuovo sex-symbol di chiara stirpe italiana Giorgia Meloni e all’ombra del Pregiudicato a scagliarsi contro il governo domenica a Bologna.
Se questa è la destra, esser mancini pare quasi un obbligo etico.

12188945_10206931367900515_8749991626887337218_n

Tito Borsa

Giornalista praticante. Mi occupo principalmente di inchiesta giudiziaria. Autore di "L'Affaire Somalia. Romanzo di una strage" (2020) e di "Un silenzio italiano" (Cleup, 2017). Ho fondato La Voce che Stecca e l'ho diretta fino al 30 settembre 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares