La settimana in pillole: 9-15 novembre

Lunedì 9 novembre
Italia: Legge di stabilità: inizia oggi l’iter. La Camera esaminerà più di 3500 emendamenti.
Giovani e disoccupazione: il 66% dei giovani tra i 18 e i 24 anni vivono ancora con i propri genitori.
Bologna: durante la manifestazione di ieri, che ha unito le tre principali forze del centrodestra, Salvini ha criticato Renzi e ha provato a proporre una Lega di governo.
Mondo: Washington: incontro tra il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e Barack Obama; discuteranno di aiuti militari e dell’accordo con l’Iran.
Anniversario: 26 anni fa si festeggiava la caduta del muro di Berlino.
Economia: Secondo Eurostat l’economia europea vedrà una crescita dello 0,4% nel terzo trimestre.
RossiSport: Jorge Lorenzo è campione del mondo. Sui social, critiche a Marquez per non averlo ostacolato, ed elogi a Rossi, che, rimontando dopo la precedente squalifica, ha conquistato la quarta posizione.

Martedì 10 novembre
Italia: Milano: Renzi presenta il nuovo centro di ricerca mondiale che sarà realizzato sull’area Expo, «Humane Technopole. Italy 2040», «il simbolo di un nuovo Umanesimo». Previsti investimenti dello Stato per 150 milioni l’anno.
Clandestini: decine di arresti per favoreggiamento all’immigrazione clandestina. Tra le persone coinvolte, anche impresari circensi e funzionari pubblici.
Mondo: Croazia: per pochi voti vince le elezioni il partito conservatore Croatian Democratic Union.
Spagna: il Parlamento della Catalogna proclama «l’inizio della creazione dello Stato catalano indipendente» e rifiuta di obbedire alla Corte Costituzionale.
2000px-Volkswagen_logo_2012.svgVolkswagen: la casa automobilistica risarcirà con 1000 dollari i proprietari delle vetture coinvolte nello scandalo.
Regno Unito: Cameron presenta delle richieste all’Unione Europea per evitare la Brexit.
Sport: Secondo l’agenzia mondiale Antidoping, gli atleti russi avrebbero falsificato i test per anni, con l’appoggio del ministero e dei servizi segreti; si propone di sospendere la Russia da ogni competizione, ma Putin sostiene che si tratti di un attacco politico.

Mercoledì 11 novembre
Italia: Secondo l’Inps, grazie agli sgravi previsti dalla legge di stabilità, nei primi mesi del 2015 sono state favorite oltre 900 000 assunzioni a tempo indeterminato.
Corruzione: indagato Vincenzo de Luca, governatore della Campania, con il magistrato di Napoli Anna Scognamiglio.
Truffa: aperta un’indagine su sette aziende accusate di aver venduto olio d’oliva presentandolo come olio extravergine.
Mondo: Hacker: tre persone sono state accusate di aver colpito con attacchi informatici nove istituzioni finanziare, rubando i dati dei clienti e generando profitti illegali milionari.
Gerusalemme: attacchi di palestinesi contro israeliani; le forze dell’ordine hanno ucciso due attentatori.
Siria: Obama cambia strategia per cacciare il presidente Assad, e vuole spingere per il cessate il fuoco.
Usa: nel dibattito tra i candidati repubblicani alle presidenziali, critiche a Trump per la sua posizione sulla Russia e sui migranti; emergono Cruz e Rubio.

Giovedì 12 novembre
Italia: Il governatore della Campania Vincenzo de Luca si è dichiarato «parte lesa» nell’ambito del processo in cui è indagato per concussione.
papa1Vatileaks: gli autori dei libri sul Vaticano, Gianpiero Nuzzi ed Emiliano Fittipaldi, sono indagati per divulgazione di documenti riservati.
8 per mille?: indagato l’ex abate di Montecassino, monsignor Vittorelli, per aver rubato 500mila euro dai fondi per le opere di carità.
Expo: secondo Il Fatto Quotidiano, gli incassi inferiori alle aspettative avrebbero lasciato un buco di 400 milioni di euro.
Mondo: Migranti: il Ministero dell’Interno tedesco sospende l’accoglienza ai rifugiati siriani; la Slovenia blinderà i confini e la Svezia ripristinerà i controlli. La Russia propone un piano per la Siria.
Spagna: la Corte Costituzionale sospende la mozione per l’indipendenza della Catalogna.
Londra: visita ufficiale del primo ministro indiano Narendra Modi; incontrerà la regina, David Cameron e migliaia di indiani londinesi.

Venerdì 13 novembre
Italia: Milano: un ebreo è stato aggredito con diverse coltellate. La comunità ebraica teme un’emulazione dell’Intifada.
Assistenza sanitaria: quasi tutte le regioni hanno aumentato la loro efficienza. Fanno eccezione Veneto, Campania, Piemonte e Umbria.
Mondo: Libano: a Beirut due attentati suicidi, in seguito rivendicati dallo Stato Islamico, hanno causato più di 40 morti e 200 feriti.
Iraq: 26 sono i morti provocati da un attentato suicida rivendicato dall’Isis.
Jihadisti europei: tra Italia, Regno Unito e Norvegia sono state arrestate 13 persone con l’accusa di reclutare combattenti da mandare in Siria e in Iraq.
Vertice a Malta: i leader europei hanno raggiunto un accordo su un fondo d’emergenza da 1,8 miliardi per l’Africa.
salvini3Terrore a Parigi: Dalle 21.20 diversi punti della capitale sono stati colpiti da attacchi terroristici che hanno provocato almeno 158 morti e 200 feriti. Le zone maggiormente interessate sono state il X e il XI arrondissement, con sparatorie nelle strade, in due ristoranti e soprattutto nel teatro Bataclan, dove tre terroristi hanno sparato a sangue freddo sui giovani spettatori uccidendone almeno 100 e hanno tenuto in ostaggio per ore 60 persone, e lo stadio, dove due kamikaze si sono fatti esplodere durante l’amichevole Francia-Germania. Hollande ha dichiarato lo stato d’emergenza e la chiusura delle frontiere. Nonostante non ci sia stata ancora una rivendicazione ufficiale, tutto fa pensare all’Isis.

Sabato 14 novembre
Italia: Gianpaolo Tarantini e Sabrina Began, colpevoli di aver reclutato escort ad Arcore, sono stati condannati rispettivamente a 7 anni e 10 mesi e a 16 mesi di prigione.
Mondo: Crisi siriana: i rappresentanti di 17 paesi aprono oggi la seconda sessione di colloqui.
Domani in Turchia si aprirà il G20. Oggetto di discussione saranno in primo luogo Parigi e la Siria, ma anche i rifugiati e la ripresa economica.
Sport: La Russia è stata temporaneamente sospesa dalle competizioni mondiali.

Domenica 15 novembre
Italia: Paura: cresce il timore di attentati in vista del Giubileo, ma il Vaticano invita a «non farsi dominare dalla paura». In ogni caso verranno intensificati i controlli.
Mondo: Parigi: il nuovo bilancio dell’attentato è di 128 morti e 352 feriti. Tra le vittime al Bataclan anche una ventottenne veneziana. I terroristi erano sette, divisi in tre gruppi; due sono stati identificati. Lo Stato Islamico ha rivendicato l’attentato.
Crisi siriana: Usa, Russia, Iran e Arabia Saudita hanno raggiunto un parziale accordo che prevede la formazione di un governo di transizione e nuove elezioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares