Il capolavoro di Emma Morton: «Daddy Blues»

Daddy Blues
Emma Morton
Sony Music – 2014

download

Immeritatamente esclusa dalla scorsa edizione di X Factor, Emma Morton si rifà con un Ep straordinario distante anni luce da quel pop da bambocci del vincitore Lorenzo Fragola. Jazz, Blues e R&B si fondono in 6 canzoni in cui la scozzese trapiantata in Toscana dà il meglio di sé: dalla scatenata Daddy Blues che apre l’album alla sexy Billy Jean che lo chiude: uno dei pezzi di maggior successo di Michael Jackson, Emma Morton lo reinterpreta con voce suadente e decisa ricordando la prima Amy Winehouse. Un disco «fuori dal tempo» che purtroppo non ha avuto il successo che merita: troppo lontano dal già sentito e troppo poco commerciale per le trasmissioni televisive, troppo elitario per le masse. La Morton, che alle audizioni di X Factor si era presentata con Pop porno del Genio, riesce a dimostrare di avere un grande talento e che forse la sua esclusione dal talent è data dal fatto che non è popular come il moccioso catanese. L’inedito Daddy Blues, composto e eseguito con il compagno Luca Giovacchini, è davvero una perla purtroppo destinata ai pochi che decidono di ascoltare Emma Morton, troppo sottovalutata e troppo snobbata dai grandi ambienti. Chissà che qualcuno dei giudici non si stia mangiando le mani.

Tito Borsa

Giornalista praticante. Autore di Un silenzio italiano (Cleup, 2017), studio alla Scuola di Giornalismo della Luiss a Roma. Ho fondato La Voce che Stecca e l'ho diretta fino al 30 settembre 2017.

Shares