Annalena come Indro: vite lunghe un secolo

Annalena e le altre
Paola De Gioannis
Aipsa edizioni – 2015 – 14 euro

annalena-e-le-altre-gPartendo e tornando ogni volta da Annalena, Paola De Gioannis intende descrivere la figura della donna durante l’intero Novecento. L’autrice, ex docente di Filosofia, Letteratura italiana e Storia, ambienta nella sua Cagliari questo racconto corale che attraversa tutto il Secolo Breve di hobsbawmiana memoria. La figura femminile è centrale sia nella forma che nel contenuto di Annalena e le altre: lo stile della De Gioannis riesce a esprimere l’essenza di Annalena, Ilaria, Chiara, Maria, Teresa, Amanda «e le altre». In alternanza con i capitoli dedicate alle altre donne, viene mostrata la protagonista alle prese con alcuni problemi che riguardano sia il concreto che l’esistenziale: la guerra, la pace, la speranza, la violenza, il nazismo, la religione e, naturalmente, amore e amicizia. La vita di Annalena dura quel secolo che alla fine se l’è portata via. Ricorda, mutatis mutandis, la vita di Indro Montanelli, che del Novecento ha visto e vissuto tutto: la sua appartenenza a quel tempo quasi non gli ha lasciato scelta quando si è spento all’alba del 2000. Se l’idea è quasi originale e il risultato non delude, non si può negare una sorta di ingenuità nello stile di Paola De Gioannis: l’Autrice sembra seguire il corso del tempo spostandosi da un registro altisonante quasi ottocentesco al linguaggio scorrevole della nostra contemporaneità. Artificio curioso che però non può lasciare interdetto il lettore che, non potendo farsi cullare dalla narrazione, deve per forza prenderne le redini se vuole capirci qualcosa.

depasquale

La Voce che Stecca

Articoli non firmati o scritti da persone esterne al blog

Rispondi

Shares