Oscar: la vittoria di Leonardo DiCaprio

Leonardo DiCaprio, alla sesta nomination, ottiene l’Oscar come miglior attore protagonista in The Revenant – Redivivo di Alejandro González Iñárritu, film ispirato alla storia vera di Hugh Glass, un cacciatore americano dell’Ottocento abbandonato dai suoi compagni nel nord degli Stati Uniti dopo essere stato attaccato da un orso.

revenant

Caratterizzato da una trama forte e da una sceneggiatura sorprendente, il film si aggiudica anche l’Oscar per la miglior fotografia e la migliore regia, non a caso l’indice di gradimento registrato è stato dell’83%.
Che DiCaprio fosse un attore di straordinario talento era già da tempo assodato, ma questa volta si è calato in una parte per la quale il talento non basta, per la quale è fondamentale un carattere grintoso e la capacità di mettersi in gioco, che lui ha infatti dimostrato di possedere. Per il personaggio di Hugh Glass si è dovuto spogliare di tutto il fascino e dell’eleganza che caratterizza i precedenti ruoli interpretati. È stato the-revenant-fn01ricoperto di formiche importate dalla Columbia Britannica, pur essendo vegetariano ha dovuto mangiare fegato crudo di bisonte, ha dovuto simulare di essere attaccato da un orso, ha indossato una pelliccia d’alce e una d’orso che pesavano circa 45 chili, si è immerso in fiumi di acqua gelata, e ha confessato di aver dovuto lottare ogni giorno contro l’ipotermia. Ebbene sì, più che un film, si può definire una prova di coraggio.
Nel Dolby Theatre di Los Angeles, quando Julianne Moore ha annunciato «The Oscar goes to… Leonardo DiCaprio», l’intera platea è apparsa entusiasta, ma in un certo senso non molto sorpresa, perché dati i risultati dei sondaggi e l’impeccabile interpretazione di DiCaprio non sarebbe potuto essere altrimenti. Tra tutti, in prima fila, spiccava Kate Winslet con le mani giunte e le lacrime agli occhi, dimostrando una gioia e una commozione oscar-dicaprioquasi superiore a quella del suo caro amico. I due insieme ci hanno fatto innamorare più di una volta, dapprima nel 1997 in Titanic, film che rappresentò una svolta per entrambi e che da tutti fu considerato un Oscar mancato per l’attore, e dopo dieci anni in Revolutionary Road. Per tutti gli amanti di Titanic, Leonardo e Kate sono ancora oggi Jack e Rose. A quasi vent’anni dal primo lavoro insieme e dieci dal secondo, è straordinario come i due si vogliano ancora così bene, e mantengano un così profondo legame di amicizia che va ben oltre la stima professionale. Dopo tanti successi cinematografici mai prima premiati con l’Oscar, come Il grande Gatsby o The Wolf of Wall Street, nell’88° edizione degli Academy Award Leonardo DiCaprio è stato finalmente premiato miglior attore protagonista, per la gioia della rete che da anni lo prendeva affettuosamente in giro per il non invidiabile record di nomination.

Valeria Mancini

La Voce che Stecca

Articoli non firmati o scritti da persone esterne al blog

Rispondi

Shares