Raccolta fondi: i risultati a metà percorso

Mancano 16 giorni, poco più di due settimane, alla chiusura del crowdfunding per permettere alla Voce di esistere un altro anno. Siamo quasi a metà del mese che ci siamo dati a disposizione per cercare i 150 euro necessari per pagare l’hosting e il dominio del sito che ci ospita, giunti a questo punto è interessante guardare quanto abbiamo ottenuto sinora.

lav2

Grazie a 5 donazioni, fra cui quella generosissima di 50 euro di un anonimo lettore, abbiamo raccolto 100 euro: 2 terzi dell’obiettivo in meno di metà del tempo, non male. Ora dobbiamo solamente augurarci di andare avanti così: nei crowdfunding non sono ammesse vie di mezzo, se non raggiungiamo il traguardo i soldi torneranno nelle tasche di coloro che li hanno donati, quindi noi chiudiamo baracca e burattini.
Per quanto riguarda l’ebook, un pdf di una cinquantina di pagine che aveva soprattutto un valore simbolico per ringraziarvi del sostegno che ci avete dato in questi due anni, abbiamo riscontrato un successo ancora più grande di quello avuto dalla raccolta fondi, di cui non possiamo comunque lamentarci. Stiamo parlando di più di 1.500 download, pari a circa tre quarti dei nostri lettori giornalieri. Un risultato insperato che ci rende veramente molto felici: in quel libretto è presente il lato «privato» di chi scrive e di tutta la redazione e, visto che questo inevitabilmente influenza quello «pubblico» (ossia i nostri articoli), abbiamo ritenuto giusto condividerlo con voi.
Ancora 16 giorni per decidere le sorti di questo blog. Se volete donare, potete anche cliccare sul link qui sotto.
Grazie di tutto

DONAZIONE

Tito Borsa

Giornalista praticante. Autore di Un silenzio italiano (Cleup, 2017), studio alla Scuola di Giornalismo della Luiss a Roma. Ho fondato La Voce che Stecca e l'ho diretta fino al 30 settembre 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares