Vittorio Zucconi e la «saga della monnezza»

direttore di Radio Capital, Vittorio Zucconi è ormai divenuto una delle tante macchiette del web, a causa della sua antipatia per il Movimento 5 Stelle. Ce ne eravamo già occupati, ma sarebbe impensabile non raccontarvi il capitolo successivo della saga dell’«Intrepido Vittorio contro i pentastellati».

zucconi1

Se a simpatie o antipatie politiche i giornalisti non possono essere immuni, il Nostro è arrivato (per una terribile svista, ci auguriamo) a piegare i fatti per corroborare il proprio pensiero. Che a Roma ci sia un’emergenza rifiuti è innegabile, e per dare contro ai grillini Zucconi pubblica una foto su Twitter commentando beffardo «Intanto, nella Roma dove il vento è cambiato…». Peccato che quella foto non sia stata scattata in tempi recenti e, soprattutto, non sia stata scattata a Roma, bensì a Napoli, come si apprende tramite una veloce ricerca su Google.

zucconi2


Non abbiamo trovato nessun tweet di rettifica, ma in compenso possiamo notare come il diabolico Vittorio sia arrivato a prendere in giro gli stessi che da giorni lo sfottevano: «Sempre tutto bene con la monezza (sic!) a Roma. (Qui Fontana di Trevi, Napoli)», twitta qualche giorno dopo. È intervenuto anche Enzo Iacopino, Presidente dell’Ordine dei giornalisti: «LA MILITANZA RENDE CIECHI. Pubblicare una foto “falsa” (del 2010) per sostenere una tesi politica non è informazione», ha cinguettato. Vittorio Zucconi ci aveva abituato alla partigianeria, ma questa volta ha davvero toccato il fondo.

Tito Borsa

Giornalista praticante. Mi occupo principalmente di inchiesta giudiziaria. Autore di "L'Affaire Somalia. Romanzo di una strage" (2020) e di "Un silenzio italiano" (Cleup, 2017). Ho fondato La Voce che Stecca e l'ho diretta fino al 30 settembre 2017.

Rispondi

Shares