Il ritratto. Craig Newmark, da nerd a filantropo il passo è breve

Craig Newmark, classe 1952, è uno tra i più importanti nerd degli Stati Uniti. Nel 2012 è stato inserito nella «Internet Hall of Fame», mentre nel 2013 è stato nominato «Nerd-in-Residence» dal Dipartimento degli Affari dei Veterani. Newmark nasce sessantaquattro anni fa a Morristown, in New Jersey, si appassiona presto alle materie scientifiche, consegue quindi una laurea e, successivamente un master, in Informatica presso la  Case Western Reserve University.
È considerato tra i primi pionieri del web, nel 1995 infatti  ha fondato e lanciato online il sito Craiglist: portale americano che ospita annunci economici con sezioni dedicate al lavoro, eventi, acquisti, incontri, concerti, case e altri servizi. Quest’invenzione ha cambiato radicalmente il modo di intendere la pubblicità ed è diventata tra le prime 10 piattaforme web in lingua inglese più visitate al mondo. Il sito inizialmente copriva soltanto l’area di San Francisco, a partire dal 2000 si è diffuso anche in altre città degli Stati Uniti, per poi toccare anche le altre nazioni: attualmente è presente in circa 70 paesi. Tuttavia Newmark dal 2000 non si occupa più della gestione del sito, ma è rimasto in contatto con gli utenti  attraverso il servizio clienti.
Nel 2016 ha deciso di dare vita alla Craig Newmark Foundation, fondazione privata che promuove la filantropia e l’impegno civile tramite una serie di iniziative benefiche ed educative. I suoi interessi toccano più questioni,  in particolare la sua attenzione verte verso la tutela dei consumatori e l’istruzione, i veterani e le famiglie dei militari, la trasparenza del governo, la diplomazia pubblica, la protezione degli elettori, il microcredito per ridurre la povertà, e le donne nel mondo della tecnologia. Una parte consistente del suo impegno filantropico è legato all’informazione onesta e di qualità, che Newmark appoggia anche economicamente, come ha spiegato – intervistato dal direttore de La Repubblica Mario Calabresi – al Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia venerdì scorso.
Dietro il suo pensiero si cela una filosofia legata al senso dell’interazione e della collaborazione umana, la sua idea infatti è quella di utilizzare internet per unire più persone possibili così da poter diffondere e incoraggiare le buone azioni che comuni cittadini e/o associazioni no-profit portano avanti nel mondo.
Come si legge sul suo sito ufficiale, Newmark «vive a San Francisco e ama il bird-watching, lo squirrel-watching, la fantascienza, e la TV. Scrive regolarmente per il suo blog craigconnects.org e su Huffington Post, Facebook, LinkedIn, Medium e Twitter».

Shares