Gli «Elementi», la base del pensiero moderno

Euclide: il I libro degli Elementi
L. Russo, G. Pirro, E. Salciccia
Carocci – 2017 – 18 euro

Gli Elementi (Στοιχεῖα) sono un’opera fondamentale per la matematica: scritti dal greco Euclide fra il IV e il III secolo a.C., costituiscono da più di due millenni il testo base dell’insegnamento scientifico. Espongono conoscenze basilari, con lo scopo di fornire gli strumenti utili per raggiungere risultati più avanzati. L’opera si occupa di geometria, la base di tutta la scienza esatta dell’epoca: conoscenze che si riversavano poi nei problemi di astronomia, ottica, meccanica, geografia e matematica. Il I primo libro degli Elementi è qui ricostruito – con testo greco a fronte – eliminandone alcuni brani, ritenuti spuri per la loro incongruenza logica con il contesto. Il risultato è un testo più coerente e didatticamente efficace di quello trasmesso dalla tradizione manoscritta.
Questo libro nasce da un progetto realizzato al Liceo classico Torquato Tasso di Roma, dove gli autori hanno dato vita a un laboratorio di traduzione del I libro degli Elementi, nella convinzione che la cultura greca possieda un patrimonio scientifico troppo spesso trascurato negli studi tradizionali. Hanno partecipato quindi il fisico, matematico e filologo Lucio Russo, la docente di Latino e Greco al Tasso Giuseppina Pirro e quella di Matematica e Fisica Emanuela Salciccia.
Leggere gli Elementi significa entrare nell’idea greca che la matematica debba ottenere risultati dimostrando teoremi, deducendoli in modo rigoroso da affermazioni già accettate. E questo è stato possibile solo rifacendosi ai risultati «prematematici» egizi e mesopotamici, alla tradizione filosofica greca e all’arte della retorica, nel cui ambito si svilupparono forme di argomentazione che sarebbero state usate in matematica, come la dimostrazione per assurdo.
Questa rielaborazione degli Elementi di Euclide permette di leggere più o meno agilmente un testo fondamentale non solo per la matematica, ma anche per il pensiero greco e addirittura contemporaneo: il lettore scoprirà che alcune nozioni elementari o «intuitive» hanno alle spalle dimostrazioni rigorose non così scontate. Un percorso mentale in cui serve impegno, ma che offre risultati prodigiosi. 

La Voce che Stecca

Articoli non firmati o scritti da persone esterne al blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares