I «Roxas»: un Ep d’esordio che crea aspettative

Nonostante tutto
Roxas
Alka record label – 2017
Disponibile anche su iTunes

Un Ep d’esordio per i «Roxas»: quattro brani per tre membri, Michele Fucci (chitarra e voce), Luca Arrais (basso) e Alessandro Eredia (batteria). La band milanese fa il suo debutto discografico senza sfigurare: il disco si apre con il singolo omonimo, un titolo che in due parole racchiude un po’ tutto quello che è stato il percorso del gruppo fino all’entrata in studio. Una traccia caratterizzata da riff dinamici intervallati da stacchi che lasciano l’ascoltatore con pochi punti di riferimento. Il sentimento espresso dal brano è quello del tormento di una storia d’amore, appassionata ma che produce non poca sofferenza. L’atmosfera malinconica è inequivocabile: «Perderemo conoscenza sopra il ciglio di un burrone»; ma allo stesso tempo l’invito è quello di lasciarsi andare ponendo tutti i problemi di una relazione sentimentale alle spalle «o forse è meglio scivolare, e cadere un po’ più giù». I contrasti sono ben presenti per tutta la durata del pezzo: partendo dal ritmo altalenante sostenuto, ma a tratti compassato, fino ad arrivare al clima tetro che manifesta allo stesso tempo un messaggio positivo: «Ci salveremo lo stesso».
L’intenzione comunicativa di tutto l’Ep è quella di fornire un vero e proprio invito al cambiamento, affrontando di petto il proprio malessere, sia esso di natura sociale – come in Morirò nel fiume –, sentimentale (Tempesta gelida) o legato a una tragedia personale (Facile guerra). Nel complesso un disco che fa nascere molte aspettative nei confronti dei «Roxas». Recensire un Ep è sempre complicato a causa della esigua quantità di brani, però non possiamo nascondere che «Nonostante tutto» ci abbia resi molto curiosi: e adesso che faranno questi tre ragazzi?

La Voce che Stecca

Articoli non firmati o scritti da persone esterne al blog

Shares