Elezioni a Padova: l’intervista a Massimo Bitonci (Lega)

Domenica 11 giugno sono chiamati alle urne i cittadini di Padova per eleggere il nuovo sindaco, con due anni di anticipo a causa della caduta della giunta Bitonci nel novembre dello scorso anno. Il sindaco sfiduciato non si è arreso e prova a riconquistare l’incarico, a fianco di altri sei candidati.

Massimo Bitonci rappresenta liste di centrodestra, quali Lega Nord, Fratelli d’Italia e la componente di Forza Italia che gli è rimasta fedele e che, a suo parere, rappresenta la maggioranza dei cittadini padovani. È stato senatore con la Lega Nord, sindaco di Cittadella ed è presidente della Liga Veneta. «Il tuo sindaco» il suo slogan, commercio, sicurezza e lavoro le parole chiave del suo programma, Bitonci promette di portare a termine la lotta al degrado intrapresa durante il breve mandato. La precedente giunta era caduta, infatti, dopo un lungo scontro tra Lega e Forza Italia che aveva portato alla progressiva disfatta della maggioranza, fino al 12 novembre quando 17 consiglieri su 32, tra cui due della coalizione di Bitonci, avevano annunciato le dimissioni. A palazzo Moroni si è insediato dunque il commissario prefettizio Penta, succeduto a fine gennaio da De Biagi. Una buona maggioranza dei cittadini padovani non è soddisfatta dell’operato di Bitonci, ma nonostante questo i sondaggi prevedono un testa a testa con il candidato di centrosinistra, se non addirittura la sua vittoria schiacciante, come prevede un sondaggio commissionato da Lega Nord.

Shares