L’esordio dei «Genoma» anche con una cover dei Joy Division

Stories
Genoma
New Model Label – 2017

Nati nel 2015, i «Genoma» pubblicano per New Model Label il loro album di debutto, in edizione limitata con copertina dipinta a mano e con una bonus track, la cover di Atmosphere dei Joy Division. Nella musica della formazione di Ravenna si fondono diverse influenze, fra elettronica, melodie pop, influenze new wave, ritmi downtempo e chill-out. Un elemento caratteristico è l’utilizzo di synth e Seaboard, un tipo di tastiera midi con una dinamica differente.
Il risultato è un disco estremamente vario e per questo interessante, con Nicola Farolfi al basso fretless, Enrico Coari al piano e alla Seaboard, Elisa Cagnani al violoncello e tastiere, Beo Raggi alle percussioni, Marco Agnoletti alla batteria e Angela Piva alla voce. Una formazione numerosa che riesce a esprimersi nella sua integrità in «Stories»: i testi esplorano diversi spettri emotivi, intimisti e crepuscolari come in FlashbackDark Window, firmati da Nicola Farolfi, mentre più visionari sono Pink Astronauts StoryRemember me, quest’ultima cantata in italiano che lascia presagire nuove evoluzioni nella musica dei «Genoma».
Poi c’è la cover dei Joy Division, che la band riesce a reinterpretare senza distruggere né copiare. E rifare un pezzo che conosciamo fatto da Ian Curtis non è cosa da poco. Basterebbe solo ascoltare la versione di Atmosphere presente in questo album per dare fiducia ai «Genoma». Rifare i Joy Division è difficilissimo ma loro sono riusciti a uscire indenni da questa missione potenzialmente impossibile.
Come dicevamo, particolare rilievo dà all’album la copertina, firmata dalla stessa cantante Angela Piva, che ha realizzato a mano una per una le copertine dell’edizione limitata degli Ep.

La Voce che Stecca

Articoli non firmati o scritti da persone esterne al blog

Shares