La moda italiana è nata durante il Ventennio

Eleganza fascista
Sofia Gnoli
Carocci – 2017 – 25 euro

Sofia Gnoli, docente universitaria di Storia della Moda alla Sapienza di Roma e giornalista, cerca di approfondire una questione quasi inedita sul Ventennio: l’eleganza. Storia, moda, donne e regime sono gli ingredienti principali di questo volume che attraverso documenti e immagini rari ripercorre la storia della moda italiana a partire dai primi anni Venti fino al suo grande riconoscimento internazionale dopo la seconda guerra mondiale. La tesi di fondo è semplice: anche se il riconoscimento internazionale della moda italiana avviene intorno agli anni Cinquanta, le sue radici vanno ricercate molto più indietro. E in questo percorso di emancipazione il Ventennio rappresenta una tappa importantissima.
Eleganza fascista offre due chiavi di lettura, quasi speculari: da una parte una storia della nascita dell’eccellenza italiana nel campo della moda, dall’altra un ritratto del fascismo da un punto di vista ingiustamente ritenuto futile e secondario. Se è vero che l’abito fa il monaco, la riflessione sulla moda durante il regime ci permette di capire il Ventennio percorrendo un percorso sinora quasi inesplorato, se non nelle aule delle università. Abbiamo tra le mani un volume prezioso, stampato con carta di lusso e arricchito da numerose immagini in ottima definizione, un piccolo tesoro che vale molto più del prezzo stampato in quarta di copertina. Stato fascista, mass media, propaganda e moda sono ambiti che si intersecano e si fondono l’uno con l’altro, sono varie sfaccettature dello stesso concetto.

La Voce che Stecca

Articoli non firmati o scritti da persone esterne al blog

Shares