Acqui Terme: picchiano richiedente asilo. 17enni denunciati

Picchiano un richiedente asilo e postano il video su Facebook. È successo ad Acqui Terme (Alessandria), dove due 17enni sono stati denunciati per istigazione a delinquere e lesioni personali, mentre la vittima è stata dimessa con 5 giorni di prognosi a causa di un lieve trauma cranico.
Il richiedente asilo stava guardando i resti romani presenti nella cittadina piemontese, quando è stato avvicinato da uno dei due ragazzi che, istigato dall’altro, ha iniziato a offenderlo cercando probabilmente di scatenare una reazione violenta. Dalle parole si è poco dopo passati alla forza, mentre l’immigrato continuava a ripetere «Don’t touch me», non toccarmi.
Dopo averlo pestato, i due giovani si sono allontanati per poi essere identificati dalle forze dell’ordine.
Il sindaco di Acqui Terme, Lorenzo Lucchini, commenta: «Chiedo scusa a nome della città. È un atto vergognoso e l’amministrazione di Acqui si costituirà parte civile al processo. Sono molto irritato. Accostare Acqui a questo gesto costituisce un danno di immagine notevole. In tempi brevi vogliamo incontrare la persona che ha subito l’aggressione per mostrargli la nostra vicinanza».
Nel frattempo sui social network i soliti commenti. Uno fra tutti: «Hanno violentato una 80enne, pestato un autista di un bus e il controllore di un treno. Tutta opera di risorse boldriniane». Continua così anche la moda di mettere la presidente della Camera anche in discorsi con cui non ha nulla a che fare.

La Voce che Stecca

Articoli non firmati o scritti da persone esterne al blog

Shares