«Il silenzio delle vergini»: due cyborg si innamorano nel loro album

È uscito il 2 marzo, in CD e in digital download il nuovo EP de «Il silenzio delle vergini», «Su rami di diamante», distribuito dall’etichetta (R)esisto. La band, che ha origini bergamasche, con questo nuovo lavoro ha voluto dare una svolta alla sua impronta; è, infatti, avvenuto un passaggio dalle sonorità cosiddette noise che hanno caratterizzato gli inizi, ai toni delicati, ma, al contempo, incalzanti che, invece, possiamo cogliere in quest’ultima produzione. Inoltre, i due, Armando Greco alla chitarra e Cristina Tirella al basso, insieme dal 2016, hanno deciso di accantonare le precedenti atmosfere grigie, oscure, per lasciare spazio a un’aria più frizzante. Troviamo queste caratteristiche soprattutto nelle tracce più introspettive e riflessive come «Londra» (un velo di malinconia amalgamato a note di dolcezza), il primo singolo «Amore» e «Guerra», probabilmente il pezzo più ballabile e coinvolgente dell’album.
Senza dubbio, l’aspetto più originale di «Su rami di diamante» è il racconto di una storia sentimentale quantomeno singolare contenuta proprio nel già citato brano «Amore»: si tratta di un legame tra due cyborg, 003 e 009, personaggi tratti da un manga degli anni ’70 dell’artista Shotaro Ishinori. Armando e Cristina hanno adottato questi due non umani e li hanno fatti vivere nella loro musica, accompagnati da tanti interrogativi su questo amore tanto assurdo.
Quest’ultima fatica dei due musicisti di Bergamo è maturata nell’estate del 2017, quando sono entrati in studio di registrazione a Ferrara, guidati da Massaga Produzioni e affiancati dalla produzione artistica di Massimiliano Lambertini e Michele Guberti.

La Voce che Stecca

Articoli non firmati o scritti da persone esterne al blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares