Il Natale a base di sardine

Concordo con la pagina «Socialisti Gaudenti» (o era «Hipster democratici»?): avevamo chiesto a Babbo Natale l’abolizione dei Decreti Sicurezza e invece ci ha portato le dimissioni del Ministro dell’Istruzione.

E niente, il vecchio con la barba servo del capitalismo deve aver letto male. Forse è il caso che vada in pensione con quota 300. La cosa più divertente del natale è stato il pranzo della «sinistra»: abbiamo mangiato solo sardine, in tutte le salse.

Cecilia Alfier

Impegnata tra libri e scacchi, in movimento tra Padova e Torino, sempre con una forte dose di sarcasmo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares