Dal virus alla scopa in equilibrio: la folle settimana trascorsa

Mi sono persa qualche passaggio. Mi sfugge come siamo passati da occuparci e preoccuparci (nei modi sbagliati) di un virus a incantarci per una scopa che sta in piedi da sola. Chissà dov’ero, probabilmente a fare una scampagnata di topi vivi con gli amici cinesi. Ci siamo divertiti, c’erano anche olive nere con le zampe.

È venuto anche il paziente zero. Secondo i complottisti questo è l’inizio della fine, secondo me è un importante occasione per osservare i comportamenti delle persone.

Cecilia Alfier

Impegnata tra libri e scacchi, in movimento tra Padova e Torino, sempre con una forte dose di sarcasmo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares