Il Glaucus Atlanticus: un mollusco tanto bello quanto pericoloso

Il Glaucus Atlanticus è un mollusco nudibranchia del genere «Glaucus», che galleggia subito al di sotto della superficie del mare.
Queste creature hanno una lunghezza massima che varia dai 3 ai 5 cm e sono di un colore blu e bianco/argento. Sono caratterizzati da tre coppie di cerata, ossia delle protuberanze cutanee che hanno funzione respiratoria, digestiva e anche difensiva.

Il Glaucus Atlanticus vive nelle zone pelagiche di alcuni oceani, svolgendo gran parte della sua vita lontano dai fondi dei mari e laghi, ma allo stesso tempo non è sempre possibile vederlo fluttuare vicino alla costa, poiché presente per la maggior parte del tempo al largo. Da notare che il termine «pelagico» è opposto al termine «bentonico», dato che quest’ultimo viene utilizzato per le creature marine che vivono a basse profondità del mare.

Un’ulteriore caratteristica di questo animale è che si sposta con il ventre blu verso l’alto (a pancia in su) e ovviamente c’è un perché. Questo «drago blu», definito così a causa del suo aspetto e del suo colore, ha una sacca d’aria nello stomaco, ma a causa della sua posizione bassa tende a capovolgere l’animale che si ritrova così a galleggiare sottosopra in balia dei venti e delle correnti nell’oceano aperto.

Il drago blu si nutre principalmente di caravelle portoghesi, della barchetta di San Pietro e della lumaca di mare viola, ma se tenuto in cattività tende ad essere cannibale con i suoi simili. Incredibilmente, questo organismo blu può diventare velenoso, perché riesce ad utilizzare le cellule urticanti delle sue prede dopo averle mangiate. Difatti, queste ultime, senza essere digerite, vengono depositate nei cerata che si colorano di blu una volta ricevuto il veleno della caravella portoghese. Si dice che il veleno del drago blu sia molto forte e possa portare allo svenimento, perché riesce a produrre un dolore più potente di quello che generano le sue prede.

Le coste italiane sono prive di questo animaletto, dal momento che si trova nelle coste a Sud-Est degli Stati Uniti, nelle coste ad Ovest del Sud America, nelle coste ad Est del Sud-Africa e del Madagascar ed è abbastanza presente nel continente oceanico.

Il Glaucus Atlanticus è quindi un bellissimo animale con caratteristiche molto particolari, ma è anche altamente pericoloso, perciò è meglio stare attenti piuttosto che farsi affascinare dalla sua appariscenza.

Simone Romanato

Nato a Padova il 30 Aprile 1997, dove vive. Ha studiato presso l'Istituto Tecnico per Geometri Belzoni. Attualmente, sta frequentando l'Istituto Tecnico Superiore per il Risparmio Energetico Edilizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares