Forza Italia Viva candida a Corsico (Milano) un nostalgico di Mussolini

Matteo Renzi e Silvio Berlusconi insieme per una virtuale «Forza Italia Viva»? La vicinanza tra i due ex presidenti del Consiglio è tema di dibattito da anni, ma ora sembra che si sia alzato il sipario su questa nuova alleanza, finalmente esplicita, almeno a livello locale. A Pomigliano d’Arco, in provincia di Napoli, nel paese in cui è cresciuto Luigi Di Maio, Italia Viva decide di appoggiare Elvira Romano, candidata sindaca di «Forza Pomigliano d’Arco», camuffamento dei berlusconiani.

L’alleanza di governo a Roma non impedisce ai renziani di schierarsi con Berlusconi contro Pd e Movimento 5 Stelle che nel paese di Di Maio sono riusciti ad accordarsi su un nome terzo ai partiti, il docente di Papirologia Gianluca Del Mastro. A spiegare il motivo di questa presa di posizione è Ettore Rosato, coordinatore nazionale di Italia Viva, che parla di «sfida politica considerato che Pd e M5s hanno scelto questo comune, come laboratorio per i loro esperimenti di convivenza stabile. Noi naturalmente non possiamo che essere alternativi a questo scenario».

Spostiamoci adesso di qualche centinaio di chilometri più a nord, a Corsico, comune in provincia di Milano. Qui i renziani sosterranno Roberto Mei, assessore uscente di centrodestra che si presenta contro centrodestra (Lega e FdI) e centrosinistra, appoggiato solo da Forza Italia e da Italia Viva. I coordinatori metropolitani di Iv, Lucia Caridi e Gianluca Pomo, hanno spiegato al Corriere che Mei gli «ha presentato un progetto di centro ben strutturato e riformista».

A Corsico, poi, succede qualcosa di più. Il candidato sindaco Roberto Mei il 9 dicembre 2011 pubblicava su Facebook un video di Benito Mussolini e scriveva «Ciao NONNO!!!!! Ti verrò a trovare al più presto». Poi nei commenti specificava: «Lo andrò a trovare presto a Predappio». A questo aggiungiamoci anche, nel corso degli anni, citazioni del Duce, attacchi ai partigiani e la definizione del 25 aprile come «lutto nazionale». Un social-curriculum un po’ imbarazzante per Matteo Renzi che nel 2018 twittava: «Il fascismo appartiene alla (pessima) storia dell’Italia. Il fascismo è morto. Ma i fascisti ci sono ancora e vanno combattuti».

Tito Borsa

Giornalista praticante. Mi occupo principalmente di inchiesta giudiziaria. Autore di "L'Affaire Somalia. Romanzo di una strage" (2020) e di "Un silenzio italiano" (Cleup, 2017). Ho fondato La Voce che Stecca e l'ho diretta fino al 30 settembre 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares