Attenzione che l’imbecillità non diventi infettiva

Nuove regole,  non si possono più sparare cazzate dopo le 22. So che a molti non piacerà, che dovranno cambiare il loro stile di vita, ma bisogna adeguarsi.

Finché non troviamo un vaccino contro le cazzate vivremo così. Del resto,  se mi ritrovo a condividere parola per parola un appello di Calderoli vuol dire che la situazione è grave.  Bisogna fare attenzione che l’imbecillità non diventi infettiva.

Cecilia Alfier

Impegnata tra libri e scacchi, in movimento tra Padova e Torino, sempre con una forte dose di sarcasmo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares