Le incongruenze delle testimonianze sull’agenda rossa – parte 7

Leggi qui la sesta parte

Molto importante è la domanda del P.M. Gozzo, la quale fa riferimento alla presenza del giornalista Cavallaro nel luogo della strage, sapendo che quest’ultimo stava scrivendo un libro assieme al Dott.Ayala. Tuttavia, Farinella smentisce di aver visto il parlamentare in presenza del giornalista de «La Repubblica». 

P.M. Dott. GOZZO – «Le faccio una domanda specifica: ricorda se si è avvicinato il giornalista Cavallaro? Con cui oltretutto la personalità stava scrivendo in qualche modo un libro e quindi lei avrà avuto modo di vedere altre volte». 

TESTE FARINELLA R. – «No».

Alla domanda del Dott.Gozzo su quanto tempo fossero rimasti, lui e il Dottor Ayala, nel luogo della strage, nel 2006, ovvero in un interrogatorio precedentemente all’ultimo, Farinella disse: «Almeno un paio d’ore», che non coincide con il «circa un minuto» dichiarato da Ayala all’ultimo interrogatorio. Non coincide neanche con la sua dichiarazione all’ultimo interrogatorio, in cui disse che «Un’ora, non ricordo con… circa un’oretta o di più o di meno, non… non saprei dire, perché non è che stavamo lì a guardare l’orologio in quei momenti, una cosa…». 

Il capo-scorta Farinella, successivamente ad aver visto delle fotografie, dichiara di non ricordare se ci fosse Arcangioli in Via D’Amelio. 

TESTE FARINELLA R. – «No, no, non la ricono… non la ricordo, perché non… completamente»

Un dettaglio sicuramente da non trascurare rigurda l’integrità della borsa, poiché Farinella dichiara che quando tenne la borsa, dal momento in cui la prese, quest’ultima era integra, mentre come mostrato da una foto la borsa risulta in parte carbonizzata in un suo lato.

P.M. Dott. GOZZO – «No, glielo chiedo relativamente allo stato della borsa. Lei ricorda in che stato era la borsa? Perché lei l’ha tenuta per un po’ di tempo, ha detto». 

TESTE FARINELLA R. –« Integra, ma si vede come… si evince anche nelle foto, quindi… La borsa…»

P.M. Dott. GOZZO – «E no, adesso le mostro le foto, perché, diciamo, lo stato della borsa è un po’ diverso poi, successivamente. Ecco, volevo sapere prima di tutto se riconosce il tipo di borsa. Presidente, chiederei di mostrare questo, è un album fotografico che era allegato al verbale di s.i.t. di una persona che dovremmo sentire oggi, cioè Maggi. (…) È la fotografia della borsa del dottore Borsellino. (…) Dico, io le specifico che dalle fotografie si evince che la borsa è da un lato, diciamo, abbastanza direi carbonizzata, mentre dall’altro lato è perfetta. Dico, quando lei l’ha presa era in queste condizioni o era in condizioni perfette, come ha detto lei?»

TESTE FARINELLA R. – «No, la borsa era integra». 

È possibile notare come la descrizione dei fatti del capo scorta Farinella sia diversa da quella del Dott. Ayala e del giornalista Cavallaro e ulteriormente diversa da quella di Arcangioli e di Minicucci.

Simone Romanato

Nato a Padova il 30 Aprile 1997, dove vive. Ha studiato presso l'Istituto Tecnico per Geometri Belzoni. Attualmente, sta frequentando l'Istituto Tecnico Superiore per il Risparmio Energetico Edilizio.

Rispondi

Shares