Vecchie istantanee firmate Guccini

Un matrimonio, un funerale, per non parlar del gatto
Francesco Guccini
Mondadori – 2015 – 15 euro

gucciniTre anni dopo aver appeso la chitarra al chiodo, continua la carriera letteraria di Francesco Guccini: il celebre cantautore ha pubblicato pochi mesi fa Un matrimonio, un funerale, per non parlar del gatto: dei racconti che come le foto di un tempo e come le canzoni servono per tenere in vita personaggi e situazioni che hanno il diritto di essere ricordati. 13 storie divise in 4 sezioni, un libro snello e interessante già a partire dalla copertina. Iniziato nel 1989 con Cronache epifaniche, il percorso letterario di Guccini ha avuto grandissimo successo, soprattutto con i romanzi gialli «appenninici» scritti in coppia con Loriano Macchiavelli. Un matrimonio, un funerale, per non parlar del gatto, è strettamente connesso al Dizionario delle cose perdute, entrambi cercano – come le canzoni di Guccini, d’altra parte – di rievocare un mondo che non c’è più, fatto di sarti ubriachi e di contadine poetesse. Racconti che paiono istantanee in bianco e nero, i contorni delle figure smussati dal tempo, per ricordare chi c’era e oggi non potrebbe esserci più. Consapevole del tempo che passa, Guccini riesce a raccontare con il dovuto distacco le vicende del suo passato, senza però trattenere quella piccola malinconia che fa capolino fra le pagine.

Nel 2013 intervistavamo Guccini

La Voce che Stecca

Articoli non firmati o scritti da persone esterne al blog

Rispondi

Shares