Nel bene e nel male non dimenticheremo facilmente Giuseppe Conte, anche se le sue bimbe si stanno convertendo con rapidità al nuovo che avanza.

Ormai ho smesso di affezionarmi all’uomo al comando come fosse una star del cinema, ma nutro comunque una vaga speranza.

Certo è che la politica ha fallito di nuovo, purtroppo. E Mattarella non ne può più, povero Sergio nazionale, aiutiamolo!

Di Cecilia Alfier

Impegnata tra libri e scacchi, in movimento tra Padova e Torino, sempre con una forte dose di sarcasmo.

La Voce che Stecca