Per una volta mi schiero con Salvini. Un povero ministro dell’interno non può neanche mangiarsi una fetta di pane e Nutella che subito ha una fila di gente che gli ricorda che ci sono omicidi e terremoti.

Lasciatelo mangiare in pace, così non fa danni per una decina di minuti. C’è gente che è arrivata addirittura a boicottare la Nutella… Ma datevi una calmata! Ai fatti di Pesaro ci penseremo poi.

Di Cecilia Alfier

Impegnata tra libri e scacchi, in movimento tra Padova e Torino, sempre con una forte dose di sarcasmo.

La Voce che Stecca