Non farò della facile ironia su una Sottosegretaria alla Cultura che non legge un libro da tre anni (che in realtà sono anche di più, visto che la dichiarazione non è recente). 

Io, se sto una settimana senza leggere sono a rischio infarto, poi magari sono lentissima e mi trascino dodici mesi lo stesso libro, ma quello è un altro discorso.  A volte leggere è un po’ come vaccinarsi, ma non contro una malattia fisica.

Di Cecilia Alfier

Impegnata tra libri e scacchi, in movimento tra Padova e Torino, sempre con una forte dose di sarcasmo.

La Voce che Stecca