Ogni cammino è difficile se non si sa dove sia la meta e soprattutto se non si conoscono le tappe necessarie per raggiungerla. Il percorso di cui parliamo oggi è più metaforico che fisico ed è ogni iter terapeutico. Da un’idea di Laura Rossi, studentessa genovese di Tecniche di Radiologia, è nato H-Maps, uno strumento utile per chi deve sottoporsi a una terapia.

H-Maps675

H-Maps è una vera e propria mappa infografica del percorso che si deve intraprendere: sono segnate e descritte le tappe, così da avere tutte le informazioni necessarie per non «perdersi» nei labirinti degli ospedali ed essere pienamente consapevoli del proprio processo di cura, così da potervi anche partecipare. Il progetto prevede una parte digitale, composto da un’applicazione per iPhone e dispositivi Android, ma anche una parte cartacea, una locandina che possa raggiungere anche l’utenza non digitalizzata.


L’idea è nata dall’esperienza stessa di Laura, che si è trovata ad affrontare la diagnosi di Linfoma di Hodgkin: H-Maps è nato proprio dalle sue paure e dagli ostacoli incontrati durante la terapia. È diventata evidente la necessità di avere una mappa, un percorso che raffigurasse le difficili tappe di questo cammino. Il progetto ha iniziato a prendere forma grazie all’Arci Liguria, alla collaborazione con la Clinica Universitaria Ematologica dell’Ospedale San Martino di Genova e a un team composto da filmmaker, esperti di comunicazione sociale e sensibile, web e marketing, e da una software house specializzata in applicazioni sanitarie. L’obiettivo è spiegare la terapia con parole semplici e una grafica intuitiva, ma anche accompagnare e incoraggiare il paziente nel percorso di cura.
Per arrivare alla realizzazione di questo progetto sono necessari 40mila euro, da raccogliere in 120 giorni attraverso il crowdfunding: dal 5 luglio il progetto è online sulla piattaforma WithYouWeDo, promossa da Tim. Le donazioni serviranno a sviluppare la mappa pilota (quella del Linfoma di Hodgkin) che poi permetterà la nascita di un numero potenzialmente infinito di mappe.
Il video promozionale è stato realizzato a Genova tra il reparto di Ematologia dell’Ospedale San Martino e i boschi del Monte Beigua. «Se sai qual è la strada, la meta sembra più vicina. E raggiungerla fa meno paura».

PER DONARE
CLICCA QUI

Di La Voce che Stecca

Articoli non firmati o scritti da persone esterne al blog

La Voce che Stecca