Nel mio ultimo articolo avevo parlato di quanto fosse importante il sesso all’interno della relazione. Quando parliamo di sesso però non possiamo non fare riferimento a quello che, con il passare degli anni, è diventato un vero e proprio business. 

Il turismo sessuale è ormai una realtà che muove ogni anno risorse economiche importanti. 

L’Italia è diventato il paese europeo con i prezzi più alti d’Europa per quanto riguarda le prestazioni sessuali e non solo… Nonostante la prostituzione di ragazze provenienti dalla Cina abbia contribuito ad abbattere i costi, la media resta comunque la più alta dei paesi del Vecchio Continente. 

Varcare il confine, diventa così la soluzione per i turisti che preferiscono usufruire di servizi sessuali a prezzi abbordabili. Inizia così il viaggio nell’Europa del sesso.

Il sesso va in vacanza.

In questi anni sono nati una moltitudine di siti web che aiutano i turisti a scegliere le varie destinazioni europee ed extra europee. 

Vengono fornite delle guide che servono a determinare la scelta di un paese rispetto a un altro. Si possono trovare tutte le informazioni che servono a soddisfare le esigenze del turista sessuale: i locali a pagamento, i servizi a domicilio, i tour dei quartieri sessuali.

Inoltre, si possono anche leggere le recensioni di clienti che condividono le proprie esperienze sul sesso a pagamento.

Svizzera e Austria sono state le mete più gettonate dagli italiani per via della legalizzazione e regolamentazione della prostituzione.  Negli ultimi anni però la tendenza è decisamente cambiata. Lo dice l’Organizzazione Mondiale del Turismo che ha stilato una lista dei paesi europei che attirano i turisti del sesso. Spagna e Germania fanno fronte comune contro i paesi dell’Est Europa che, in passato, non avevano rivali.

La Germania è il paese con il più altro flusso di turismo sessuale. Vengono forniti dei servizi ad hoc per i clienti e un’organizzazione tipica tedesca. In questo paese la prostituzione e i bordelli sono legali, le sex worker sono tassate.

Nelle città teutoniche più importanti del turismo sessuale, sono nati dei bordelli denominati all you can fuck dove il turista ha accesso a una serie di servizi, pagando una quota fissa. Amsterdam viene spodestata da Berlino, la nuova capitale europea del sesso. 

sesso

La Spagna, invece, ha una vera e propria rete del sesso. Qui i turisti possono sfogliare dei cataloghi on line direttamente per strada. 

Barcellona ne è un esempio. Percorrendo tranquillamente Las Ramblas de Mar non si fatica a trovare dei pr del sesso che ti fermano per proporti esperienze con donne e uomini di ogni gusto ed etnia. Per rendere ancora più completa questa esperienza vengono offerti, pagando un extra, stupefacenti di ogni tipo.  

Non c’è bisogno di essere per forza abbordati per strada. Il turista fai da te può anche avvalersi di applicazioni come Telegram che permettono di cercare gruppi di prostitute nelle vicinanze. 

sesso
La suite del club Artemis include una jacuzzi, un bar privato e altri servizi per clienti facoltosi. (Photo by Francis DEMANGE/Gamma-Rapho via Getty Images)

Perché si cerca il sesso oltre il confine?

Prenotando con un discreto anticipo, si possono trovare dei voli a prezzi irrisori. In più il fascino delle capitali europee e l’idea di scappare dalla solita routine non fanno altro che invogliare di più il turista. Unire l’utile al dilettevole. 

Ma c’è una motivazione più profonda che va al di là del sesso e dei soldi. Parliamo delle problematiche relative ai sentimenti. Un uomo o una donna che si spingono oltre confine pur di vivere esperienze sessuali, fa sicuramente riflettere sul perché si arrivi a tanto. 

Sesso e sentimenti.

Quello che emerge da questo fenomeno è una disperata ricerca del sesso e delle relative problematiche.

Viviamo sempre di più in un contesto sociale dove i rapporti sessuali vengono visti come oggetti di consumo. La conseguenza è che le persone sono sempre più diffidenti a spingersi oltre o a vivere semplicemente un’avventura occasionale. Il rischio è quello di venire etichettati come persone che pensano solo ed esclusivamente al sesso.

La conseguenza che ne deriva è la paura di esternare le proprie emozioni. Così la soluzione più semplice da prendere, per tanti, è quella di salire su un aereo e partire per dare sfogo ai propri istinti sessuali.

Le conseguenze

Da qui nasce il business.  Ci sono delle organizzazioni che gestiscono le sex worker alle quali spetta una percentuale su ogni servizio sessuale fornito al cliente. Tutto questo ha generato due fenomeni incontrollabili: smuggling e trafficking

Parliamo di due realtà che fanno da sfondo alle tratte di esseri umani che vengono mandati nei paesi più richiesti. La domanda genera l’offerta.

Un altro fenomeno molto diffuso e che, purtroppo, vede come protagonista l’Italia, è quello del Turismo Sessuale Minorile di cui il Belpaese risulta essere al primo posto per la domanda. 

Il vero problema.

Nemmeno le misure di prevenzione da parte dell’OCSE sono riuscite ad arginare i problemi sopra citati.

Negli ultimi anni sono nate delle leggi per contrastare quella che è diventata una triste realtà ma, a oggi, risultano essere ancora insufficienti per combattere i traffici di esseri umani. Di questo passo, si andrà sempre più verso una situazione irreversibile e fuori controllo alla quale sarà impossibile porre rimedio. 

Ci sono anche altri fattori che sono determinanti nell’individuo che va alla ricerca disperata del sesso. Bisogna guardare tutto da un punto di vista emotivo, psicologico, relazionale e anche spirituale. La sessualità è una componente fondamentale della vita di ognuno di noi. Purtroppo, al giorno d’oggi, quasi nessuno ascolta quel lato profondo delle emozioni che dovrebbero palesarsi anche con il sesso.

Da qui nascono i disagi psicologici che, in questo caso, trovano uno sfogo nei viaggi a sfondo sessuale. Tutto questo però non porta a niente. Al suo ritorno, il turista sessuale deve fare i conti con le sue problematiche: ansia, depressione e insoddisfazione.

Se queste persone non trovano il coraggio di curare questi disagi, il desiderio si ammala. Continuando così, non scopriranno mai il piacere dell’amore e del sesso come unica forma del sentimento.

Autore: Denny Rubino

Di Denny Rubino

Denny Rubino è nato a Moncalieri il 10 luglio del 1987, dopo gli studi entra nel mondo dell’editoria dove sviluppa la sua passione per i libri nata anche grazie all’attività decennale svolta dalla propria famiglia nel settore. Collabora in prima persona alla realizzazione finale di progetti editoriali fino a quando decide di dedicarsi completamente alla scrittura.

La Voce che Stecca